Usa 2016, Mega Tuesday: Vincono Trump e Clinton, Rubio ko
Tra i repubblicani resiste Cruz, ma aumenta il vantaggio del magnate. Hillary si consolida nelle primarie democratiche

Il magnate Donald Trump ha messo ko, nel voto repubblicano alle primarie in Florida, il senatore Marco Rubio, proprio a casa di quest'ultimo, mentre resiste Ted Cruz. Tra i democratici si è invece affermata Hillary Clinton, è lei la favorita per la nomination democratica.

TRUMP IN TESTA, RUBIO KO."E 'stato bello vincere in Florida, la mia seconda casa", si è vantato pubblicamente Trump a Palm Beach, in Florida, uno stato che con l'Ohio è tra i più ambiti dai repubblicani, perché il vincitore si aggiudica tutti i delegati in grado di farlo eleggere candidato alla presidenza. "Rubio è stato un rivale duro, ha fatto una grande campagna, è molto intelligente e ha un grande futuro", ha ammesso Trump parlando del senatore di origine cubana che dopo la sconfitta dolorosa nel suo stato natale si è dovuto ritirare. Il governatore dell'Ohio John Kasich è, inbece, riuscito a strappare il suo stato alle mire di Trump. Anche se la sconfitta in Ohio è un duro colpo per il tycoon newyorkese, con almeno 620 dei 1.237 delegati necessari è sempre in testa e ha consolidato la sua posizione con la vittoria in tre dei cinque stati del cosiddetto mega-tuesday  (il test più importante delle primarie dopo il Super Tuesday del primo marzo): Florida, Illinois e North Carolina.  

CLINTON STRAPPA OHIO A SANDERS. Nelle primarie democratiche in evidenza Hillary Clinton che ha vinto in Florida, Illinois, North Carolina e Ohio; quest'ultimo è un duro colpo per il suo rivale, il senatore Bernie Sanders, che sperava di guadagnare forza negli Stati Uniti più colpiti dalla crisi economica. La vittoria cruciale in Ohio è stato un sollievo per la campagna della ex first lady, che aveva visto crescere in sondaggi Sanders, dopo la sua vittoria a sorpresa lo scorso 8 marzo in Michigan, un altro stato industriale degli Stati Uniti del Midwest. "Il nostro comandante in capo deve essere in grado di difendere il nostro paese, non metterlo in imbarazzo", ha detto Clinton celebrando la vittoria a West Palm Beach (Florida), un chiaro riferimento a Trump. Nel quinto stato in corsa, Missouri, tra democratici e repubblicani si è registrato un pareggio virtuale. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata