Usa 2012, week-end di studio per Obama e Romney: oggi ultimo dibattito

Dalla nostra corrispondente Valeria Rubino

New York (New York, Usa), 22 ott. (LaPresse) - Il presidente Barack Obama e il suo rivale repubblicano Mitt Romney hanno dedicato il weekend a intensi preparativi per l'ultimo dibattito presidenziale, che avverrà oggi presso la Lynn University di Boca Raton (Florida) e sarà moderato dal giornalista della Cbs News Bob Schieffer. Obama si è rifugiato a Camp David in Maryland per una full immersion di 12 ore al giorno con i suoi advisor, più dibattiti serali di prova in uno scenario simile a quello di Boca Raton. Romney si è riunito con il suo team in Florida per esercitazioni simili, interrompendo i lavori soltanto per andare a messa con sua moglie domenica mattina. Il dibattito verterà sulla politica estera, concentrandosi in particolare sul Medio Oriente e sul terrorismo, ed affronterà temi quali l'attacco all'ambasciata statunitense in Libia e la prospettiva di negoziati con l'Iran sul nucleare. I candidati alle presidenziali non hanno parlato di politica con i media questo fine settimana, mentre diversi rappresentanti del partito repubblicano e democratico hanno affrontato temi di politica estera in diversi talk show. Tra le questioni più scottanti, l'attacco in Libia. "Sarà un caso studio per anni, un esempio di fallimento della sicurezza nazionale ad ogni livello. Fallimento della leadership presidenziale e dell'amministrazione Obama" ha dichiarato la senatrice del South Carolina Lindsey Graham a 'Fox News Sunday'. "C'è solo un candidato che ha provato a sfruttare l'attacco in Libia fin dall'inizio. Persino mentre le fiamme bruciavano a Bengasi, Mitt Romney inviava comunicati stampa politici sull'argomento. E tutto il partito repubblicano ha seguito il suo esempio" ha detto alla Nbc David Axelrod, consulente della campagna elettorale di Obama. Il vice-presidente Joe Biden ha passato parte del week end in Florida con i suoi supporter ed ha criticato il programma economico a cinque punti di Romney, già definito vago da Obama. In un raduno in Ohio, il candidato alla vice presidenza repubblicano Paul Ryan, riferendosi al commento di Obama sulla 'Romnesia', ha accusato il presidente di usare giochi di parole per evitare di affrontare i problemi. "Sta provando a distrarre la gente, sta provando a distorcere il nostro passato, sta provando a sperare che non facciate caso alla realtà che è davanti a noi, così che potrà vincere queste elezioni per abbandono. Non ci cascheremo" ha detto Ryan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata