Usa-Cuba, nuovi incontri per porre fine a embargo
Nuovi negoziati dopo il disgelo tra i due Paesi

Prove di disgelo tra Cuba e Stati Uniti sul tema dell'embargo. I rappresentanti dei due Paesi hanno concluso a L'Avana un terzo round di discussioni su questioni normative, dopo le modifiche apportate da Washington al fine di "ammorbidire" l'embargo. L'incontro, tenutosi nei giorni di martedì e mercoledì, è stato aperto dalla viceministra cubano del Commercio Estero e degli Investimenti Esteri, Ileana Nunez, e dal coordinatore dell'Ufficio per gli affari cubani del Dipartimento di Stato Usa, Mark Wells.

Questo meccanismo di dialogo economico è stato istituito nell'ottobre 2015 tra enti governativi di Cuba e degli Stati Uniti: nel corso della riunione, la delegazione dell'isola ha dichiarato che Cuba ancora non può utilizzare il dollaro nelle transazioni internazionali, anche se tre mesi fa il presidente Barack Obama aveva annunciato l'eliminazione del divieto. "Fino ad ora, Cuba non è stata in grado di effettuare pagamenti o depositi in contanti in dollari americani" ha detto la viceministra Nunez.

Il governo degli Stati Uniti ha annunciato nel gennaio di quest'anno nuovi allentamenti delle restrizioni che colpiscono ancora le esportazioni e e i viaggi a Cuba, dopo il disgelo diplomatico tra i due paesi. Anche se il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ha fornito elementi concreti per facilitare alcune operazioni di viaggio e commerciali, l'embargo finanziario e commerciale è ancora in vigore e la sua completa eliminazione dipende dal Congresso degli Stati Uniti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata