Uragano Matthew, oltre 800 morti ad Haiti, paura in Florida
Circa 61.500 le persone ospitate in rifugi. Dopo aver devastato i Caraibi, la furia si sposta verso nord

Continua a salire il bilancio delle vittime provocate dall'uragano Matthew. Al momento ad Haiti i morti sono 842, mentre le persone rimaste senza casa sono decine di migliaia e gran parte dei campi coltivati è stata distrutta. Decine le persone disperse, hanno fatto sapere le autorità locali. Circa 61.500 persone sono ospitate in rifugi, secondo la protezione civile.

"Voglio solo sottolineare a tutti che questo è ancora un uragano molto pericoloso, che il potenziale per le mareggiate, la perdita di vite e i gravi danni alle proprietà esiste e la gente deve continuare a seguire le istruzioni dei funzionari locali nelle prossime 48, 72 ore", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando ai giornalisti dopo un briefing con i vertici di agenzie federali per sicurezza ed emergenze. Alle 16 italiane, l'occhio dell'uragano si stava muovendo lungo la costa della Florida vicino alla città di Daytona Beach, ha riferito il centro nazionale uragani americano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata