Uomo muore dopo controllo stradale: proteste violente a Londra
Secondo i dimostranti, il 25enne Edir Frederico Da Costa è stato "brutalmente picchiato dalla polizia". Negli scontri sei agenti sono rimasti feriti

E' di sei poliziotti feriti e quattro persone arrestate il bilancio di una protesta sfociata in violenza a Londra, legata alla morte di un uomo a seguito di un controllo stradale. I dimostranti, che hanno lanciato mattoni e incendiato cassonetti fuori dalla stazione dei bus di Stratford e della sede della polizia di Forest Gate, affermano che il 25enne Edir Frederico Da Costa sia stato "brutalmente picchiato dalla polizia". L'uomo è morto il 21 giugno, sei giorni dopo essere stato fermato mentre era in auto da una pattuglia a Newham, nella parte orientale di Londra.

Secondo un'autopsia preliminare, non sarebbero state trovate sul suo corpo ferite alla spina dorsale causate dalla polizia, come affermano invece i manifestanti. Una inchiesta della polizia è in corso. Le proteste sono iniziate intorno alle 23 locali di ieri, ha riferito Bbc, e la famiglia di Da Costa afferma siano state pianificate come manifestazione pacifica. Tuttavia, i dimostranti in parte con il volto coperto hanno lanciato mattoni e incendiato cassonetti. Dei sei poliziotti feriti, quattro sono stati portati in ospedale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata