Ungheria, Orban: Difenderemo la nuova Costiuzione con tutti i mezzi

Budapest (Ungheria), 7 feb. (LaPresse/AP) - Il primo ministro dell'Ungheria Viktor Orban ha tenuto oggi un discorso sullo stato della nazione, affermando che la controversa Costituzione entrata in vigore il primo gennaio sarà difesa "con tutti i mezzi" perché offre buone soluzioni ai problemi del Paese. I critici, tra cui la Commissione europea, sostengono che la normativa limiti l'indipendenza della Banca centrale e del sistema giudiziario ungherese e che non rispetti le regole in materia di privacy. Secondo alcuni, la Costituzione impone al Paese un'ideologia conservatrice e limita i diritti civili. I critici del governo hanno motivi finanziari, ha accusato Orban; sono interessati al mercato e alle risorse dell'Ungheria e vogliono che il Paese rimanga indebitato e dipendente dai prestiti. "Il debito è un buon affare se stai dalla parte giusta del bastone", ha detto Orban al gruppo di sostenitori del governo riuniti al Millenaris Park di Budapest. "Non siamo ingenui - ha proseguito - in realtà un problema con la nuova Costituzione ce l'hanno loro".

Orban e altri funzionari del governo ungherese avevano detto che alcune modifiche saranno apportate alla maggior parte delle leggi che preoccupano l'Unione europea, ma il messaggio inviato oggi dal premier ai cittadini è stato provocatorio. Orban ha accusato il precedente governo socialista di aver causato i problemi finanziari del Paese. Gli ungheresi, ha affermato il premier, dovrebbero abbandonare le "testarde preoccupazioni" dell'Europa e seguire le proprie convinzioni. Riferendosi al famoso allenatore di hockey su ghiaccio canadese, Orban ha dichiarato: "Come ha consigliato il notevole Wayne Gretzky: vai nella direzione in cui il disco si sta spostando e non dov'è stato poco fa. Forza Ungheria! Forza ungheresi!".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata