Ungheria, è morto Sandor Kepiro, il boia nazista di Novi Sad

Budapest (Ungheria), 3 set. (LaPresse/AP) - Sandor Kepiro, ex ufficiale nazista delle forze di sicurezza speciali ungheresi, è morto in ospedale a Budapest stamattina all'età di 97 anni. Lo riferisce il suo avvocato, Zsolt Zetenyi, aggiungendo che i medici non hanno reso note le cause della morte. Kepiro era accusato di aver partecipato alla strage di Novi Sad, città nel nord della Serbia dove nel gennaio del 1942 in un raid delle forze ungheresi furono uccisi oltre 1.200 civili, perlopiù ebrei e serbi, i cui corpi vennero poi gettati nel Danubio.

Ritenuto responsabile della morte di 36 persone in quell'occasione, Kepiro si è sempre professato innocente ammettendo di aver partecipato al raid ma sostenendo di aver solo svolto un ruolo di supervisione e negando di essere a conoscenza del massacro. A luglio il tribunale di Budapest ha archiviato il caso per insufficienza di prove. L'accusa aveva presentato ricorso in appello definendo l'assoluzione "infondata". A segnalare Kepiro all'autorità giudiziaria era stato nel 2006 il Simon Wiesenthal Center, l'agenzia per la memoria dell'Olocausto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata