Uganda, prima raduno omosessuale in spiaggia dopo blocco legge antigay

Entebbe (Uganda), 9 ago. (LaPresse/AP) - "Siamo un gruppo di persone che hanno sofferto abbastanza. Siamo ugandesi che hanno il diritto di riunirsi in un luogo pubblico e stiamo andando a divertirci". Queste le parole di una partecipante al gay pride organizzato sulla spiaggia di Entebbe, in Uganda. Centinaia di sostenitori per i diritti dei gay si sono dati appuntamento oggi per il primo evento pubblico da quando il tribunale ugandese ha invalidato il voto sulla legge anti-gay varata dal governo. Molti manifestanti hanno indossato maschere, per non essere identificati pubblicamente dalla polizia che comunque ha circondato il corteo. I gay negli anni hanno subito persecuzioni e discriminazioni in Uganda. Alcuni hanno sventolato bandiere arcobaleno mentre ballavano sulla spiaggia a pochi chilometri dalla capitale Kampala. Si tratta del terzo evento per l'orgoglio gay che si tiene ogni anno, hanno spiegato gli organizzatori. Il primo, nel 2012, era sfociato nel sangue quando la polizia ha caricato i dimostranti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata