Ue, Schulz: Nomina Mogherini? Inaccettabile dire che è troppo giovane

Roma, 17 lug. (LaPresse) - "Se scelta, farà un ottimo lavoro". Così il presidente dell'Europarlamento Martin Schulz, a proposito della possibile nomina di Federica Mogherini a rappresentante europeo agli esteri, in un'intervista su La Stampa di oggi. "L'Italia chiede un posto - ha detto Schulz -, è ammissibile e giustificato. Ho sentito dire che la trovano 'troppo giovane e senza esperienza'. È inaccettabile. Essere il ministro degli Esteri di una Paese del G7 non succede per caso. Mi è capitato molte volte di trovarmi con gente 'giovane e inesperta' che ha sorpreso tutti".

Nell'intervista al quotidiano il presidente dell'Europarlamento ha toccato il problema degli sbarchi sulle coste italiane: "I confini italiani nel Mediterraneo sono anche tedeschi. La responsabilità è comune. Nessuno può dire 'no, non mi riguarda'". Poi ha ricordato "i miliardi spesi per mantenere le relazioni con Gheddafi", chiedendosi "come mai non abbiamo abbastanza denaro per aiutare, in Libia e fuori, chi potrebbe costituire un contropotere democratico?".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata