Ue, 6mila euro per ogni migrante. Salvini: "Non vogliamo elemosina"
Secondo il Financial Times, la misura farebbe parte del piano "per alleviare la pressione sul nuovo governo italiano anti-immigrazione"

Bruxelles offrirà ai governi dell'Unione Europea 6mila euro per ogni migrante recuperato nel Mediterraneo. Lo rivela il Financial Times, spiegando che la misura farebbe parte del piano "per alleviare la pressione sul nuovo governo italiano anti-immigrazione".

La Commissione europea pubblicherà oggi le proposte per arginare il flusso migratorio in Europa. Le linee guida prevederebbero anche la creazione di "centri controllati" per gli Stati membri che accetteranno di averne sul proprio territorio. La Commissione, sempre secondo il Financial Times, pagherà fino ad un massimo di 500 migranti salvati da ogni barcone.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini commenta subito la notizia: "Non siamo a chiedere l'elemosina, anche perché nel corso del tempo ogni richiedente asilo costa agli italiani tra i 40 e i 50mila euro. L'elemosina Bruxelles la può tenere per lei, noi vogliamo chiudere il flussi in arrivo per smaltire l'arretrato di centinaia di migliaia di presenze, non chiediamo soldi ma dignità e ce la stiamo riprendendo con le nostre mani".

Mentre il primo ministro Giuseppe Conte ha commentato: "Da Ue cose interessanti, ma nell'impostazione della proposta italiana non è mai stata fatta una questione di soldi. La solidarietà europea non ha un prezzo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata