Ucraina, tatari di Crimea commemorano deportazione di 70 anni fa

Kiev (Ucraina), 18 mag. (LaPresse/AP) - Centinaia di persone hanno sfilato a Kiev, in Ucraina, per commemorare la deportazione dei tatari di Crimea settant'anni fa. I tatari hanno sostenuto con forza il nuovo governo ucraino e si sono opposti all'annessione della penisola alla Russia, avvenuta a marzo. Mentre la manifestazione a Kiev è avvenuta senza incidenti, i leader della Crimea sostenuti dal Cremlino hanno vietato la marcia principale, che era prevista a Sinferopoli. Molti tatari si sono quindi raccolti vicino a una moschea alla periferia della città. Nel maggio 1944, Josef Stalin accusò i tatari di aver collaborato con il nemico e ordinò la loro deportazione. Circa 250mila furono caricati su treni che li portarono in Asia, dove il 40% morì di fame e malattie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata