Ucraina, sì del Parlamento a rinuncia status Paese non allineato

Kiev (Ucraina), 23 dic. (LaPresse/Xinhua) - Il Parlamento dell'Ucraina, la Verkhovna Rada, ha votato oggi a favore della rinuncia del Paese allo status di "non allineato" che aveva approvato nel 2010. La misura è stata approvata con 303 voti a favore e otto contrari. Lo status di Paese non allineato impediva all'Ucraina di unirsi a blocchi militari come la Nato.

Per approvare il testo, che era stato presentato al Parlamento dal presidente ucraino Petro Poroshenko, erano necessari almeno 226 voti. Lo status di Paese non allineato, dichiarato nel 2010, "si è dimostrato inefficace nel garantire la sicurezza dell'Ucraina e nel proteggere il Paese da aggressioni e pressioni esterne", recita la nuova legge, che prefigura che Kiev intenda approfondire la cooperazione con la Nato "per raggiungere i criteri richiesti per diventare membro dell'Alleanza". Ucraina e la Nato hanno stabilito una partnership nel 1991, poco dopo che Kiev ottenne l'indipendenza dall'ex Unione sovietica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata