Ucraina, Praga concede asilo politico a marito Yulia Tymoshenko

Praga (Repubblica Ceca), 6 gen. (LaPresse/AP) - La Repubblica Ceca ha concesso asilo politico a Oleksandr Tymoshenko, marito dell'ex premier ucraina Yulia Tymoshenko. La donna è attualmente in carcere nel suo Paese, dopo essere stata condannata a sette anni di detenzione, in un processo politico che l'Occidente ha duramente criticato come motivato politicamente. Secondo il legale dell'ex premier, Serhiy Vlasenko, il marito ha chiesto asilo politico a Praga perché è al centro di una indagine sulle attività affaristiche della moglie. Lo ha detto a Mosca, parlando all'emittente televisiva russa Ntv. Il legale ha aggiunto che Oleksandr ha fatto richiesta di asilo perché l'indagine sarebbe un tentativo di aumentare la pressione sulla moglie. Da Praga, il ministro dell'Interno ceco Jan Kubice ha dichiarato che la decisione non danneggerà le relazioni tra i due Paesi. Un anno fa, la Repubblica Ceca ha concesso asilo politico all'ex ministro dell'Economia ucraino Bohdan Danylyshin, uno degli alleati della Tymoshenko, accusato di abuso d'ufficio nel suo Paese. Il gesto complicò le relazioni bilaterali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata