Ucraina, Parlamento si riunirà nonostante contestazione esito voto

Kiev (Ucraina), 13 nov. (LaPresse/AP) - Il nuovo Parlamento ucraino si riunirà nonostante l'opposizione abbia contestato i risultati delle elezioni legislative. Lo ha annunciato il primo ministro Mykola Azarov, sottolineando che grazie al voto "è stata tracciata una linea" da seguire e quindi il Parlamento inizierà i lavori a metà dicembre. Nel fine settimana, la commissione elettorale centrale ha pubblicato i risultati finali di 445 dei 450 seggi, da cui risulta che il partito del presidente Viktor Yanukovych e i gruppi politici alleati controlleranno la maggioranza del Parlamento. L'Occidente ha denunciato il voto, sostenendo che questo sia stato caratterizzato da brogli, mentre l'opposizione si rifiuta di accettare l'esito e ha annunciato ricorsi in tribunali ucraini ed esteri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata