Ucraina, Obama: Confini non si disegnano con pistola alla testa

Tallin (Estonia), 3 set. (LaPresse) - "I confini non possono essere determinati con una pistola alla testa" e "nell'ordine internazionale i popoli rispettano delle regole, che non possono essere cancellate dalla forza bruta". Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando a Tallin in Estonia a proposito della crisi in Ucraina, e condannando la Russia per quella che ha definito una "aggressione deplorevole" che minaccia la pace in Europa. La visita di Obama in Estonia giunge a poche ore del summit della Nato, che si apre domani in Galles.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata