Ucraina, Lavrov: Occidente ha facilitato il colpo di Stato

Mosca (Russia), 19 dic. (LaPresse/Xinhua) - "Abbiamo visto da parte dell'Occidente una serie di azioni che hanno facilitato il colpo di Stato in Ucraina, oppure un'inazione che viola gli obblighi internazionali". Lo ha detto il ministro degli Esteri della Russia, Sergey Lavrov, dopo un incontro con la sua controparte serba, Ivica Dacic. Fra le azioni a cui Lavrov fa riferimento ci sono le proposte di estromettere la Russia dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite, un disegno di legge per cancellare lo status di Paese non allineato dell'Ucraina e gli ordini del presidente di Kiev Petro Poroshenko di soffocare l'economia nelle regioni separatiste orientali.

"È molto triste che esista un tale partito della guerra in Ucraina", ha affermato Lavrov, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Interfax. Mosca è pronta a contribuire all'espansione e al rafforzamento degli sforzi di coordinamento in Ucraina dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), ha proseguito Lavrov, invitando l'Osce a continuare ad aiutare a mantenere il cessate il fuoco e a trovare soluzioni ai problemi umanitari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata