Ucraina, l'ex presidente georgiano Saakhasvili fermato a Kiev
È diventato uno dei principali avversari del presidente ucraino Petro Poroshenko. Proteste e scontri in piazza

L'ex presidente georgiano Mikheil Saakashvili è stato arrestato dal servizio di sicurezza Ucraino (Sbu), dopo essere salito sul tetto della palazzina in cui vive a Kiev minacciando di buttarsi giù. Lo rende noto l'agenzia Unian spiegando che nella mattinata i servizi segreti ucraini (Sbu) hanno perquisito l'abitazione lungo Kostelnaya Street dell'ex capo dell'amministrazione statale regionale di Odessa.

Il suo fermo ha scatenato scontri tra i suoi sostenitori e la polizia nel centro di Kiev. Isuoi sostenitori ucraini sono riusciti a liberarlo da un furgone dopo l'arresto. "Esorto a iniziare una protesta pacifica per rimuovere il presidente Poroshenko, non dovrete avere paura di nulla", ha dichiarato Saakashvili parlando da un altoparlante mentre veniva trascinato fuori dal mezzo nonostante la resistenza della polizia in assetto antisommossa.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata