Ucraina, Kerry: Atto aggressione, Mosca rischia posto nel G8 e sanzioni

Washington (Usa), 2 mar. (LaPresse/AP) - Il segretario di Stato Usa John Kerry ha definito l'incursione dell'esercito russo in Ucraina "un atto incredibile di aggressione", aggiungendo che il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una "scioccante, deliberata" scelta di invadere un altro Paese. Kerry ha detto che la Russia dovrebbe rispettare il processo democratico con il quale il popolo ucraino ha deposto il suo presidente e ha formato un nuovo governo. Il segretario di Stato ha parlato della possibilità di boicottare l'incontro del G8 che si terrà a Sochi, in Russia e ha detto che Mosca rischia anche il suo posto nel G8. Kerry sta discutendo la possibilità di blocco dei visti, congelamento dei beni e punizioni su commercio e investimenti. Il segretario di Stato Usa è stato intervistato da Cbs, Abc e Nbc.

ATTO AGGRESSIONE. "L'incredibile atto di aggressione" della Russia equivale a una "scelta scioccante e deliberata" da parte di Putin di invadere un altro Paese sulla base di "un pretesto inventato", ha detto Kerry.

PRONTI A BOICOTTARE G8. Gli Usa, ha annunciato, sono "assolutamente pronti" a boicottare l'incontro del G8 in programma per giugno a Sochi, "se non possiamo risolvere altrimenti".

RUSSIA RISCHIA POSTO NEL G8. Putin "non avrà il G8 a Sochi. Potrebbe non rimanere neanche nel G8 se continua" ha detto Kerry. Insieme alla potenziale perdita di investimenti economici stranieri e ad altre sanzioni economiche, questo sarebbe un "prezzo pesante da pagare" ha detto Kerry, definendo la Russia isolata. "Questa non è una posizione di forza". Kerry ha anche chiarito che una risposta militare per replicare all'azione russa è improbabile. "L'ultima cosa che chiunque vuole è una opzione militare" ha detto Kerry. "Vogliamo una risoluzione pacifica attraverso i normali processi delle relazioni internazionali".

PRONTI A ISOLARE RUSSIA. Kerry ha riferito di aver parlato con i ministri degli Esteri del G8 e di altri Paesi, e che tutti sono preparati "ad andare fino in fondo" per isolare la Russia. "Sono pronti a mettere in atto sanzioni. Sono pronti a isolare la Russia economicamente. Il rublo sta già scendendo" ha detto Kerry. Il segretario ha suggerito che le aziende statunitensi "potrebbero iniziare a pensare due volte se vogliono fare affari con un Paese che si comporta così".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata