Ucraina, fotoreporter italiano colpito a Slovyansk: incertezza sulle condizioni

Donetsk (Ucraina), 24 mag. (LaPresse) - Un fotoreporter italiano è stato colpito durante scontri vicino a Slovyansk, nell'Ucraina orientale. La notizia è stata data dai media russi, che hanno riportato il giornalista potrebbe essere morto insieme con l'interprete oppure essere ferito. Si tratterebbe di Andrea Rocchelli del collettivo di fotoreporter Cesuralab, rivelano fonti vicine al gruppo, che tuttavia sottolineano di non poter confermare le sue condizioni, essendo in attesa di notizie dalla Farnesina. Le stesse fonti fanno sapere che Rocchelli è nella zona dove si è verificato l'incidente e risulta irreperibile. Sul profilo Facebook del collettivo, negli ultimi post pubblicati si legge che il fotoreporter si trovava nell'area di Slovyansk e che stava lavorando a diverse storie, con aggiornamenti quotidiani sul suo lavoro. Intanto, la Farnesina ha confermato il coinvolgimento di un italiano nell'episodio, spiegando però di non poter dare notizie sull'identità o sulle condizioni perché dalla zona è difficile reperire informazioni a causa dei combattimenti.

Secondo quanto riferito da Russia Today, anche un giornalista francese freelance, identificato come William Roguelon, è rimasto ferito nello stesso episodio ed è stato portato in un ospedale locale, dove è stato curato ed è poi stato in grado di uscire autonomamente dalla clinica. Secondo una ricostruzione, l'auto su cui i giornalisti viaggiavano è stata colpita dagli spari nel villaggio di Andreyevka.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata