Ucraina dichiara Berlusconi persona non gradita dopo la sua visita in Crimea

Kiev (Ucraina), 17 set. (LaPresse/EFE) - L'Ucraina ha dichiarato oggi Silvio Berlusconi persona non gradita a seguito della sua recente visita nella penisola di Crimea, dove aveva incontrato il presidente russo Vladimir Putin. Per decisione del Servizio di sicurezza dell'Ucraina (Sbu), Berlusconi non potrà recarsi nel Paese per tre anni. Kiev considera la Crimea un territorio occupato dalle truppe russe da marzo 2014 e dice di avere preso questa decisione per motivi di sicurezza.

Berlusconi, che ha sempre difeso l'annessione russa della Crimea e ha criticato le sanzioni dell'Unione europea alla Russia per la sua ingerenza nella guerra in Ucraina, è giunto in Crimea venerdì scorso e qui ha incontrato Putin, a cui è legato da una forte amicizia. Lo scorso luglio l'Ucraina aveva proibito l'ingresso sul suo territorio all'attore Gerard Depardieu, che è cittadino russo dal 2013, e ad alcuni deputati e senatori francesi, per avere visitato la Crimea senza l'autorizzazione di Kiev. Anche i governi di Germania e Francia condannarono quelle visite, poiché considerano la Crimea parte inalienabile del territorio ucraino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata