Ucraina chiede stop uccisioni cani randagi in vista di Euro 2012

Kiev (Ucraina), 17 nov. (LaPresse/AP) - Dopo le forti pressioni giunte dagli animalisti di tutto il mondo, l'Ucraina ha chiesto di fermare le uccisioni di cani randagi, aumentate in vista degli Europei di calcio 2012. Il ministero dell'Ambiente fa sapere di aver chiesto a tutti sindaci del Paese di fermare le eutanasie nei confronti dei cani e di costruire invece rifugi per gli animali. In precedenza i rappresentanti del ministero avevano incontrato i membri di Naturewatch, gruppo con sede nel Regno Unito che si è battutto strenuamente contro le crudeltà nei confronti degli animali in Ucraina. Nell'ultimo anno sono migliaia i cani randagi uccisi nel Paese, spesso avvelenati o soppressi con iniezioni letali, in un apparente tentativo di ripulire le strade cittadine prima del prestigioso evento sportivo. Questa pratica ha sollevato proteste e contestazioni dagli animalisti di tutto il mondo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata