Ucraina, ambasciata Usa: Aereo abbattuto dai separatisti

Torez (Ucraina), 20 lug. (LaPresse) - L'ambasciata degli Stati Uniti a Kiev ha emesso un comunicato nel quale parla della complicità dei russi nell'armare i ribelli in Ucraina e afferma di aver concluso che "il volo MH17 è stato probabilmente abbattuto da un missile terra-aria SA-11 da un territorio controllato dai separatisti nell'est dell'Ucraina". Secondo l'ambasciata nel fine settimana de 12 e 13 luglio, la Russia ha inviato un convoglio di equipaggiamento militare con fino a 150 veicoli e diversi lanciarazzi ai separatisti. La comunicazione afferma anche la Russia sta allenando combattenti separatisti nel sudovest della Russia, anche su sistemi di difesa aerea. Intanto i ribelli hanno reso noto di aver recuperato le scatole nere dell'aereo abbatutto, e che le consegneranno all'Organizzazione internazionale dell'aviazione civile (Icao).

Alexander Borodai, leader dei separatisti, ha anche detto che i corpi recuperati dal luogo dell'incidente dell'aereo rimarranno nei contenitori frigoriferi nella stazione dei treni di Torez fino all'arrivo di una delegazione di esperti internazionali. Non è stato immediatamente chiaro oggi se i ribelli e il governo ucraino stessero lavorando insieme o in disaccordo gli uni con gli altri nel recuperare i corpi. Da diversi commenti sembra che molti funzionari non lo sappiano. Una portavoce del servizio di emergenza ucraino ha detto che ribelli armati hanno costretto i soccorritori a consegnare tutti i 196 corpi recuperati dal luogo dello schianto dell'aereo della Malaysia Airlines, e non hanno detto loro dove li stavano portando. Funzionari governativi di Kiev, nel frattempo, hanno preparato un centro per gestire la crisi relativa al disastro nella città di Charkiv, in mano al governo, aspettando di ricevere i corpi, ma sembra che queste speranze debbano essere rimandate o distrutte.

"I corpi non andranno da nessuna parte fino a quando non arriveranno gli esperti", ha detto Borodai, parlando da Donetsk. Il leader ha aggiunto che sta aspettando un gruppo di 12 esperti malesi e che era deluso da quanto ci stiano impiegando ad arrivare. Borodai ha insistito che i ribelli non hanno interferito con le indagini sullo schianto dell'aereo. Questa mattina giornalisti di Associated Press non hanno visto corpi né ribelli armati sul luogo dello schianto dell'aereo. I soccorritori stavano cercando solo pezzi di cadaveri nei campi. Non ci sono state immediate informazioni sui corpi delle altre 102 vittime, tuttavia Michael Bociurkiw, portavoce degli osservatori dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, ha detto che probabilmente alcuni corpi sono stati inceneriti senza lasciare traccia. "Stiamo guardando nel campo dove sono caduti i motori. Questa è la zona che è stata esposta al calore più intenso. Non vediamo corpi qui.

Sembra che alcuni si siano vaporizzati" ha detto ai giornalisti a Kiev, parlando al telefono dal luogo dell'incidente. Alexander Pilyushny, soccorritore di emergenza che setaccia il luogo dello schianto cercando parti di corpi, ha detto ad Associated Press che ci sono volute diverse ore ieri per i ribelli per portare via i cadaveri. L'uomo ha spiegato che lui e gli altri colleghi non hanno avuto altra scelta che consegnare i resti delle vittime. "Loro erano armati, e noi non lo siamo", ha detto Pilyushny. Nataliya Khuruzhaya, ufficiale di servizio nella stazione dei treni di Torez, a 15 chilometri dal luogo dell'incidente, ha detto di aver visto i soccorritori caricare i corpi delle vittime dell'aereo in 5 vagoni di treni sigillati e refrigerati. Vasily Khoma, vicegovernatore della regione di Charkiv, dove il governo di Kiev ha allestito un centro di crisi per coordinare la sua risposta al disastro, ha detto che la compagnia ferroviaria dello Stato ucraino ha fornito i vagoni frigoriferi.

Il vicegovernatore ha detto che non sono disponibili informazioni su quando le parti di aereo verranno portate in città, e che adesso la priorità è recuperare i corpi. Un laboratorio mobile per gestire l'analisi del Dna verrà consegnato da Dnipropetrovsk, ha aggiunto. Residenti di Charkiv hanno inondato un call center speciale per offrire i loro servizi come volontari. Dieci hotel della città hanno detto che offriranno stanze gratuitamente ai parenti delle vittime dell'aereo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata