Turchia uccide 55 militanti dell'Isis a nord di Aleppo
Ieri sera i bombardamenti dell'esercito

L'esercito turco ha ucciso 55 combattenti dello Stato Islamico con un bombardamento a nord della città siriana di Aleppo nella serata di ieri. Lo hanno riferito fonti militari che hanno precisato che le bombe hanno colpito anche tre veicoli e altrettante postazioni missilistiche.  Le fonti militari riferiscono che il bombardamento è una rappresaglia per settimane di attacchi missilistici verso una città turca di confine. Il fuoco dell'esercito turco ha colpito le regioni di Suran e Tal El Hisn a nord di Aleppo, così come quelle di Baragidah e Kusakcik. La città di confine turca di Kilis, che si trova proprio di fronte alla frontiera dal territorio controllato dallo Stato Islamico in Siria, è stato colpito regolarmente da razzi nelle ultime settimane. Nella giornata di ieri attacchi aerei della coalizione guidata dagli Usa ha ucciso 48 militanti Stato Islamico, secondo quanto riferisce l'agenzia Anadolu.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata