Turchia, strage a matrimonio curdo: 51 morti
Il kamikaze di Gaziantep aveva 12-14 anni, Erdogan: "E' stato l'Isis"

E' salito ad almeno 51 morti e 69 feriti, di cui 17 gravi, il bilancio di un attentato suicida avvenuto durante un ricevimento di matrimonio nella città turca di Gaziantep. Si tratterebbe di un attacco legato all'Isis. E' il quarto attentato in Turchia negli ultimi 20 giorni.

Il presidente turco, Recep Tayyp Erdogan, ha affermato che il kamikaze era un ragazzino di età compresa fra 12 e 14 anni.  Il massacro "è stato compiuto da un attentatore suicida di 12-14 anni, che si è fatto esplodere o è stato fatto esplodere", ha detto Erdogan alla televisione Ntv.

Fonti della sicurezza riferiscono che il kamikaze si è fatto esplodere nel momento in cui gli invitati al matrimonio sono scesi in strada per continuare la festa. "Condanniamo questo attacco terroristico crudele - si legge in una nota diffusa dal governo provinciale di Gaziantep - e chiediamo la misericordia di Dio per coloro che hanno perso la vita e un rapido recupero per i feriti". 

Per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan lo Stato Islamico è "il probabile autore" dell'attentato . In una nota spiega che "non c'è alcuna differenza" tra questa ultima strage "e il tentato golpe del 15 luglio, che ha causato la morte di 240 persone ed è stato commesso dal Feto (legato a Fethullah Gulen, il religioso in autoesilio negli Usa) e il Pkk, che solo nell'ultimo mese ha ucciso 70 membri della sicurezza". La festa di matrimonio era per un membro del partito turco filocurdo Hdp. Lo riferisce in una nota il partito stesso. Un funzionario locale riferisce che gli sposi non sono fra le vittime, ma lui è rimasto ferito.

Quella di ieri sera era una tradizionale festa serale dell'henné, una celebrazione che la famiglia della sposa tiene prima del matrimonio vero e proprio, quando gli ospiti si fanno pitturare con l'henné. L'ultimo bilancio è di 50 morti: almeno 12 sono stati sepolti oggi, ma fonti della sicurezza riferiscono che per altri funerali bisogna aspettare perché per molte delle vittime l'identificazione è difficile e bisognerà attendere l'esito dei test del Dna.
 

Il presidente francese Francois Hollande ha condannato "con forza l'ignobile attacco di Gaziantep. La Francia porge al popolo e alle autorità turche le sue condoglianze in questa prova".

LEGGI ANCHE: TUTTI GLI ATTENTATI IN TURCHIA DAL 2006 A OGGI

"Mi è giunta la triste notizia - è stato invece il commento di Papa Francesco durante l'Angelus - dell'attentato sanguinario che ha colpito la cara Turchia. Preghiamo per le vittime, morti e feriti, e chiediamo il dono della pace per tutti".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata