Turchia, Merkel a Erdogan: Pena morte incompatibile con Ue
La cancelliera lo ha invitato ad attenersi ai principi di proporzionalità e stato di diritto

La cancelliera tedesca Angela Merkel, nel corso di una telefonata con il presidente turco Recep Tayyp Erdogan, ha detto che la Germania si oppone con veemenza alla reintroduzione della pena di morte in Turchia, aggiungendo che un tale passo impedirebbe alla Turchia di diventare un membro dell'Ue. Lo riferisce una portavoce del governo tedesco. Merkel ha detto a Erdogan che la reintroduzione della pena di morte non è "in alcun modo compatibile" con il suo obiettivo dell'adesione all'Unione europea.  La cancelliera, inoltre, ha invitato Erdogan ad attenersi ai principi di proporzionalità e stato di diritto nella risposta dello Stato turco al tentato golpe.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata