Turchia: Jet abbattuto da Siria in spazio aereo internazionale

Ankara (Turchia), 24 giu. (LaPresse/AP) - Il jet turco abbattuto dalle forze siriane si trovava nello spazio aereo internazionale nel momento in cui è stato colpito, pochi minuti dopo essere sconfinato per errore nei cieli siriani, e non era in missione segreta. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoglu, precisando che l'aereo è effettivamente entrato nello spazio aereo siriano per errore, ma ne è uscito velocemente quando è stato avvisato dalla Turchia. Davutoglu ha aggiunto che il jet non era in "missione segreta legata alla Siria", bensì impegnato in un volo tecnico in cui testare il rilevamento radar turco. Il ministro ha parlato all'emittente televisiva statale Trt, due giorni dopo l'abbattimento dell'aereo militare, caduto nel mar Mediterraneo. La Siria ieri ha ribadito la sua posizione, secondo cui la sua azione di contraerea non è stata un attacco e che l'aereo ha violato il suo spazio aereo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata