Turchia, crolla miniera carbone a Ermenek: ancora 18 intrappolati

Ankara (Turchia), 28 ott. (LaPresse/AP) - Sono ancora 18 gli operai intrappolati dopo il crollo di una miniera di carbone nella città turca di Ermenek. Il governatore Murat Koca ha riferito che l'incidente è avvenuto alla miniera Ha Sekerler. Altri 20 lavoratori sono riusciti a fuggire o sono stati tratti in salvo dai primi soccorritori. I minatori sono rimasti intrappolati dopo che l'acqua, che si era accumulata all'interno della miniera, ha allagata una galleria dove stavano lavorando. Sahin Uyar, un funzionario della miniera di carbone privata, ha dichiarato alla televisione Ntv che i minatori sono rimasti bloccati a circa 300 metri dalla metropolitana. "Al momento, 18 dei nostri colleghi sono intrappolati. Stiamo lavorando per pompare l'acqua fuori dalle tre sezioni della miniera - ha spiegato Uyar, aggiungendo che le squadre di soccorso fino ad ora non hanno avuto alcun contatto con i minatori intrappolati.

I ministri dell'Eenergia e del Trasporto hanno subito lasciato Ankara per sorvegliare le operazioni di soccorso. A maggio, un incendio all'interno di una miniera di carbone nella città occidentale di Soma ha ucciso 301 minatori, in quello che è stato definito il più grave disastro minerario della Turchia. L'incidente ha posto l'attenzione sui latenti misure di sicurezza e ispezioni governative superficiali in molte delle miniere del Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata