Turchia, chiusi oltre 130 organi di stampa, cacciati 1684 militari
Continua il giro di vite dopo il fallito golpe contro Erdogan

Le autorità turche hanno chiuso fino a 130 mezzi di comunicazione per sospetti legami con il fallito golpe. Tra questi, secondo quanto riportato dalla Cnn Turk, tre agenzie di stampa del gruppo Cihan, 16 emittenti televisive del gruppo STV & Kanaltürk, 23 stazioni radio e 45 giornali del gruppo Zaman & Taraf.

L'esercito turco, sempre in relazione al colpo di Stato, ha cacciato circa 1684 militari di diverso grado.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata