Turchia, attacco Pkk nel sud-est: 2 agenti morti, 35 feriti
I militanti hanno lanciato razzi e fatto esplodere un'autobomba. L'attentato è avvenuto a Nusaybin

Attacco con autobomba e razzi nella provincia di Mardin, nel sud-est della Turchia. Nell'attacco, condotto dai militanti del Pkk (Partito dei lavoratori del Kurdistan), sono rimasti uccisi due agenti di polizia, mentre altre 35 persone sono rimaste ferite. Stando a quanto riferito da fonti di sicurezza turche, l'attentato è avvenuto nella città di Nusaybin, vicino al confine siriano. Per adesso i militanti del partito non hanno rivendicato l'attacco. Le forze di polizia stanno ora indagando per ricostruire le dinamiche dell'accaduto.

ATTACCO A ISTANBUL. Ieri a Istanbul due donne hanno attaccato un commissariato di polizia, lanciando granate e aprendo il fuoco contro gli agenti. Le due assalitrici, militanti del gruppo armato marxista-leninista DHKP-C, sono poi state uccise dalla polizia.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata