Turchia, attacco a polizia Istanbul: uccise le due assalitrici
Le due donne barricate in un edificio avevano lanciato granate contro un commissariato

Le forze speciali della polizia turca hanno ucciso le due donne che si erano barricate a Istanbul in un edificio accanto al commissariato di polizia che avevano attaccato poco prima con spari e granate. Lo riferisce l'emittente Cnn Turk. "I due terroristi sono stati neutralizzati", ha dichiarato alla stampa il governatore di Istanbul, Vasip Sahin, aggiungendo che due agenti sono rimasti feriti, uno nell'attacco iniziale e l'altro durante l'assalto all'edificio in cui le due donne si erano rifugiate.

Tanto Cnn Turk, quanto il quotidiano turco Hurriyet, citando fonti investigative, riportano che le due donne sono militanti del gruppo armato marxista-leninista DHKP-C, che in passato ha commesso attacchi analoghi contro stazioni di polizia a Istanbul. Un video dell'accaduto mostra che le due donne sono scese da un'auto e hanno lanciato granate e aperto il fuoco contro il commissariato e contro un bus della polizia che arrivava, nel distretto di Bayrampasa. Dopo l'attacco si sono rifugiate in un edificio vicino e vi si sono barricate, ma l'immobile è stato appunto circondato dalla polizia in attesa delle forze speciali per l'assalto.

Il gruppo armato marxista-leninista DHKP-C (Partito/Fronte rivoluzionario di liberazione del popolo) ha rivendicato l'attacco di oggi davanti a una stazione di polizia a Istanbul. L'indicazione di responsabilità è arrivata su un sito vicino al gruppo armato, come ha spiegato sulla televisione nazionale il governatore Vasip Sahin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata