Turchia, Akp ritira proposta di legge sulle spose bambine
Necessarie nuove valutazioni sul testo

Il partito di governo in Turchia, l'Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan, ha ritirato la proposta di legge sul matrimonio delle spose bambine per nuove consultazioni. Lo ha fatto sapere il primo ministro Binali Yildirim, dopo che l'opposizione e gruppi per i diritti umani avevano denunciato che la proposta avrebbe permesso agli uomini accusati di abusi su minori di evitare la condanna. Nello specifico, la proposta, visionata da Reuters, avrebbe consentito che le condanne per abusi sessuali commessi "senza forza, minaccia o inganno" prima del 16 novembre 2016 venissero posticipate a tempo indefinito se il responsabile del reato avesse sposato la vittima. Yildirim ha fatto sapere che l'Akp valuterà l'opinione dell'opposizione e dei gruppi della società civile per riformulare la proposta, in linea con la richiesta di Erdogan di ottenere un ampio consenso.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata