Tunisia, Essebsi ammette: Ci sono state defaillances nella sicurezza

Tunisi (Tunisia), 22 mar. (LaPresse) - A proposito dell'attacco al museo del Bardo a Tunisi "ci sono state delle défaillances" nella sicurezza. Lo ha detto il presidente della Tunisia, Beji Caid Essebsi, in un'intervista rilasciata al magazine Paris Match. "I nostri servizi di sicurezza hanno reagito in modo molto efficace per porre fine rapidamente all'attacco al Bardo, evitando certamente decine di morti in più che ci sarebbero stati nel caso in cui i terroristi fossero riusciti ad attivare le cinture esplosive. Ma a monte la polizia e i servizi non sono stati abbastanza sistematici da assicurare la sicurezza del museo", ha affermato Essebsi.

Poi il presidente tunisino si difende: "Bisogna sapere che la nostra amministrazione è stata indebolita e disorganizzata a causa di quattro anni di cattivo governo dopo la rivoluzione", ha detto in riferimento alla rivolta di gennaio 2011 con cui fu cacciato Ben Ali. "Ma noi stiamo recuperando. Le riforme saranno molto rapide, ce la metteremo tutta", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata