Tuchia, ministro Salute: La prima carriera delle donne è la maternità

Ankara (Turchia), 2 gen. (LaPresse/EFE) - "Le madri hanno la carriera della maternità, che non può avere nessun altro al mondo. Le madri non devono mettere al centro delle proprie vite nessun altra carriera diversa dalla maternità". Lo ha detto il ministro della Sanità turco Mehmet Müezzinoglu, in occasione della visita che ieri ha fatto in un ospedale di Istanbul, dove si è registrata la prima nascita del 2015 in Turchia. Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Dogan, il ministro ha consigliato ai neogenitori di seguire l'allattamento al seno, si è detto favorevole ai parti naturali, ha criticato il ricorso al cesareo e ha rilevato che il milione e centomila nascite all'anno in Turchia danno al Paese una grande ricchezza.

Molte organizzazioni che difendono i diritti delle donne hanno criticato le parole del ministro, sottolineando che incarnano la visione del Partito per la Giustizia e lo sviluppo, al governo, sul ruolo della donna nella società. Alcune figure celebri, come la scrittrice Elif Safak, hanno pubblicato le proprie critiche sui social network. "La maternità non è una 'carriera'. Le turche devono decidere il proprio percorso di vita (non gli uomini politici dall'alto)", ha scritto l'autrice su Twitter.

In diverse occasioni il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha chiesto alle donne di avere almeno tre figli, ha definito l'aborto un "omicidio" e ha criticato la pratica del cesareo. Quindi ha definito il controllo delle nascite un tradimento de indebolisce la Turchia. Ma soprattutto ha sollevato critiche per le sue dichiarazioni contro l'uguaglianza di genere. "Non si possono mettere uomini e donne in posizioni uguali, questo va contro la natura, perché la loro natura è diversa", ha affermato a un forum internazionale di Istanbul, dedicato ai diritti delle donne.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata