Trump respinge il compromesso per evitare lo shutdown. Tonfo di Wall Street

Il rifiuto arriva a un giorno dalla deadline per rifinanziare le principali agenzie governative

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, non firmerà la legge sul bilancio provvisorio con cui evitare lo shutdown del governo federale. Ad annunciarlo lo speaker della Camera, Paul Ryan. "Ci ha informati che non firmerà a causa delle sue legittime preoccupazioni sulla sicurezza al confine", ha affermato.

Il rifiuto di Trump è arrivato a un giorno dalla deadline per rifinanziare le principali agenzie governative e ha mandato in agitazione i legislatori in vista della ricerca di un nuovo compromesso. Il tempo è poco e lo spazio di manovra limitato, visto che i democratici hanno ribadito senza mezzi termini che non appoggeranno misure per finanziare il muro al confine tra Stati Uniti e Messico. 

Dopo la notizia, in una giornata già negativa per gli effetti della decisione della Fed di alzare i tassi di un quarto di punto, Wall Street accelera al ribasso. Il Dow Jones cede il 2% a 22,848.22 punti. Stesso andamento per il Nasdaq (-2% a 6,504.39 punti). Lo S&P 500 perde l'1,8% a 2,463.01 punti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata