Trump: Ministra Giustizia corrotta da Clinton con conferma incarico
Loretta Lynch ha deciso di non incriminare l'ex segretaria di Stato per l'uso delle sue email private

Il futuro candidato repubblicano alle presidenziali americano, Donald Trump, ha accusato la sfidante democratica Hillary Clinton di aver corrotto la ministra della Giustizia Loretta Lynch. Trump l'accusa di aver spinto Lynch a non incriminarla per l'uso delle sue email private mentre era segretaria di Stato, in cambio della promessa di mantenerla alla guida della Giustizia, in caso di elezione.

LEGGI ANCHE Mailgate, Fbi: Clinton negligente ma non va incriminata

Parlando a Cincinnati, in Ohio, a un evento di campagna elettorale, il magnate newyorkese ha affermato: "Ha detto che la nominerà di nuovo ministra della Giustizia, e la ministra sta decidendo se sia colpevole o meno. E caspita, quanto è stata veloce questa decisione, wow", ha detto Trump, aggiungendo: "Questa è corruzione, gente".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata