Trump minaccia anche Toyota: Dazi se fabbrica in Messico
La casa automobilistica ha in programma un nuovo stabilimento per costruire la Corolla

Continua la guerra protezionistica del presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, per favore le produzioni made in Usa. "Toyota Motor ha detto che costruirà una nuova fabbrica a Baja, in Messico, per costruire le auto Corolla per gli Usa. Non se ne parla! Costruisca la fabbrica negli Stati Uniti oppure paghi pesanti tasse doganali", ha tuonato su Twitter il tycoon. Una minaccia che fa seguito a quella contro General Motors, 'colpevole' di produrre il modello Chevy Cruz in Messico. "Fatelo in Usa - aveva scritto sempre su Twitter Trump - oppure pagate una consistente tassa". Una minaccia considerata tanto reale al punto che Ford ha cancellato un investimento da 1,600 miliardi di dollari destinati a una località messicana, San Luis de Potosí, dove aveva previsto di costruire un nuovo stabilimento per l'assembleaggio dei veicoli. La casa automobilistica aveva precisato che la decisione prescindeva da un accordo col futuro presidente, ma il tempismo è stato quantomeno sospetto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata