Thailandia, Wwf consegna petizione a premier: vieti commercio avorio

Bangkok (Thailandia), 27 feb. (LaPresse/AP) - Il Wwf chiede alla Thailandia di vietare il commercio di avorio all'interno dei suoi confini, per tutelare gli elefanti dal bracconaggio che li mette in pericolo in Africa. Il delegato regionale del World Wildlife Fund, Stuart Chapman, ha presentato la petizione al premier Yingluck Shinawatra, con la richiesta sottoscritta da 500mila persone in tutto il mondo. Tra i firmatari ci sono anche diverse celebrità internazionali, come l'attore Leonardo DiCaprio, impegnato nella campagna per sostenere il divieto. Sebbene la legge thailandese proibisca la vendita di zanne provenienti dall'Africa, l'avorio ottenuto dall'uccisione di elefanti nel Paese può essere commerciato legalmente. Questo consente scappatoie ai trafficanti, con un forte contrabbando dall'Africa. Il premier ha dichiarato che Bangkok riconosce l'importanza della tutela degli elefanti, quindi prenderà in considerazione la petizione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata