Thailandia, tigri destinate a traffico allevate su tetto palazzo

Pathum Thani (Thailandia), 10 set. (LaPresse/AP) - Alleva illegalmente tigri sul tetto di un condominio alla periferia di Bangkok. Con questa accusa il 28enne Surasak Bunthienthong è stato arrestato, nell'ambito di una vasta operazione di polizia contro il traffico dei grandi felini in Thailandia. Le autorità sono riuscite a fermare il sospetto grazie a una segnalazione anonima che ha permesso di trovare sei esemplari adulti e due cuccioli. Gli animali venivano tenuti sulla sommità di un edificio di quattro piani, in un quartiere residenziale della provincia di Pathum Thani.

Bunthienthong si è spiegato dicendo agli agenti che gli animali sono suoi. Tuttavia, ha ammesso di avere l'autorizzazione ad allevarne solo due. Le autorità lo hanno accusato di possesso illegale di animali selvatici protetti. Un'indagine, ha spiegato il tenente colonnello della polizia Adtapon Sudsai, ha dimostrato che l'appartamento di Bunthienthong era un punto di transito per le tigri commerciate illegalmente in Thailandia, dove i traffici illeciti riguardano pelli, zanne e organi dei felini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata