Thailandia, esercito: Elezioni non prima di un anno

Bangkok (Thailandia) 30 mag. (LaPresse/AP) - In Thailandia le elezioni sono previste tra circa un anno, se verrà raggiunta la pace e se saranno effettuate delle riforme. Lo ha detto il comandante dell'esercito thailandese, il generale Prayuth Chan-ocha. Il capo della giunta militare che ha preso il controllo della Thailandia con un colpo di Stato lo scorso 22 maggio ha espresso le intenzioni della giunta nel corso del suo primo discorso rivolto al pubblico dalla scorsa settimana. Il generale ha ripetuto gli avvertimenti contro i manifestanti o contro chi resiste al colpo di Stato, affermando che rallenterebbero il processo di riportare la felicità al popolo thailandese. Prayuth Chan-ocha ha spiegato i progetti della giunta per amministrare il Paese, sottolineando la stabilità finanziaria e la trasparenza. Secondo il generale ci vorranno almeno due o tre mesi per ottenere la riconciliazione nel Paese, profondamente diviso, e poi circa un anno per scrivere una nuova costituzione e stabilire un governo ad interim. Solo allora si potranno tenere delle elezioni, ha spiegato. "Dateci il tempo di risolvere i problemi per voi. Poi i soldati faranno un passo indetro, per guardare la Thailandia da lontano", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata