Terrorismo, Hollande rinuncia a revoca cittadinanza condannati
Il presidente francese ha rimarcato che la minaccia resta più alta che mai

Il presidente francese, François Hollande, ha annunciato che non intende portare avanti i suoi piani per modificare la Costituzione, che includono la clausola che permetterebbe la revoca della cittadinanza ai terroristi condannati. Sulla misura, il Parlamento non ha trovato un accordo. "Parti dell'opposizione sono stati ostili a una revisione della Costituzione. Deploro questa posizione" e "ho deciso di mettere fine a questo dibattito", ha affermato Hollande, dopo una riunione di Gabinetto. La minaccia terroristica "resta più alta che mai", dopo che il "terrorismo islamico ci ha dichiarato guerra", ha sottolineato Hollande, che ha anche ribadito che contro la minaccia è necessaria una "azione determinata su scala europea", oltre a "una risposta nazionale all'altezza delle sfide".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata