Terrore a Nizza, tir sulla folla: almeno 84 morti e 18 feriti gravi
Si tratta di un franco-tunisino di 31 anni. Hollande: Stato d'emergenza prolungato di 3 mesi

Almeno 84morti e un centinaio di feriti, di cui 18 in condizioni gravi. E' questo, per il momento, il tragico bilancio della strage avvenuta ieri sera, intorno alle 22.30, a Nizza, sulla Promenade des Anglais. Un camion ha travolto le persone che passeggiavano dopo i fuochi d'artificio per i festeggiamenti per il 14 luglio, per la Presa della Bastiglia, e ha proseguito la sua corsa per centinaia di metri. Si teme un attentato terroristico, visto che sono stati uditi diversi spari che secondo Christian Estrosi, presidente della regione francese di Provenza-Alpi-Costa Azzurra, sarebbero stati sparati dal conducente del camion che si è lanciato sulla folla. L'autista del camion è stato ucciso. In una delle foto diffuse su Twitter, il camion appare crivellato di colpi. Secondo quanto riportato da Le Figaro, all'interno del camion sono stati trovati armi, fucili e granate e la notizia è stata confermata da Estrosi.

La prefettura della regione di Alpes-Maritimes, cioè quella in cui si trova Nizza, ha parlato di attentato e ha chiesto agli abitanti di restare in casa. 

"Si sono sentiti esplodere numerosi spari provenire dall'interno del camion". Questa la testimonianza rilasciata da una persona che si trova a Nizza ai microfoni di SkyTg24. La testimone ha detto di avere sentito gli spari dalla sua casa, che si trova a circa 50 metri dal luogo dell'accaduto.

Una fonte di polizia citata in diretta dall'emittente francese iTele riferisce che un uomo si era trincerato nel ristorante Buffalo a Nizza ed è stato neutralizzato. Al momento si rincorrono notizie non confermate di una presunta presa di ostaggi a Nizza da parte di uomini armati. Il portavoce del ministero dell'Interno francese, Pierre-Henry Brandet, ha però smentito le voci affermando che non è stato preso alcun ostaggio.

UOMO DI ORIGINI TUNISINE SUL CAMION. C'era un 31enne di Nizza di origini tunisine al volante del camion. All'interno del tir è stata trovata la carta d'identità di un uomo di 31 anni e il documento è a nome di un franco-tunisino. Lo riferisce il quotidiano locale Nice Matin. L'uomo era noto alla polizia per reati di piccola entità, mentre non era noto ai servizi. Il conducente è stato abbattuto dagli agenti.

LEGGI ANCHE Nizza, quella bambola accanto al cadavere: foto simbolo della strage

PROLUNGATO DI 3 MESI STATO EMERGENZA. Lo stato di emergenza in Francia sarà prolungato di tre mesi. Lo ha annunciato il presidente Francois Hollande in un discorso alla nazione spiegando che lo stato di emergenza, che solo ieri aveva annunciato sarebbe cessato il 26 luglio, durerà invece fino a ottobre. Lo stato d'emergenza decretato a seguito degli attentati terroristici del 13 novembre a Parigi. Hollande ha sottolineanto come non si possa negare il carattere terroristico dell'attacco che ha lasciato fra i morti "diversi bambini".  "La Francia - ha aggiunto - è stata colpita nel giorno della festa nazionale, simbolo di libertà, perché i diritti dell'uomo sono negati dai terroristi e la Francia è per forza un loro obiettivo". "La Francia è colpita, afflitta da una nuova tragedia" ma "sarà sempre più forte", "nulla ci farà cedere" e "dobbiamo rafforzare ancora di più le azioni in Siria", ha concluso. 

CANCELLATO CONCERTO DI RIHANNA. Oggi le bandiere di Nizza saranno a mezz'asta. Lo ha riferito su Twitter il presidente della regione francese di Provenza-Alpi-Costa Azzurra Christian Estrosi, aggiungendo che sono stati cancellati sia il concerto di Rihanna, programmato per domani sera nello stadio della città Allianz Arena, sia il Jazz Festival che si sarebbe dovuto svolgere dal 16 al 20 luglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata