Migranti, Tajani: "Governo italiano troppo debole, servono risultati concreti"

Il presidente del Parlamento Ue: "Se si vuole fare la flat tax, revisione legge Fornero e reddito di cittadinanza, si fanno saltare i conti pubblici. Serve portare risultati concreti"

"Il governo italiano è troppo debole in Europa e a pagarci in primis sono gli italiani". A dichiararlo, il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, in un'intervista a Skytg24 da Strasburgo. "Se si vuole fare flat tax, revisione legge Fornero e reddito di cittadinanza, si fanno saltare i conti pubblici. Serve portare risultati concreti". 

Sul tema migranti, Tajani fa riferimento al trattato di Dublino: "Chiederò che si decida la riforma per permettere ai rifugiati di essere ricollocati - continua -. In più chiederò che si lavori per investire in Africa. Serve un piano Marshall per la sua crescita". 

Le parole di Tusk

Per quanto riguarda l'immigrazione, ha parlato anche il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk: "Invito a porre fine al gioco delle colpe sull'immigrazione - esclama -. Non possiamo più essere divisi fra coloro che vogliono risolvere il problema e chi vuole usarlo per un guadagno politico". 

"Nonostante la retorica aggressiva, le cose però si stanno muovendo nella direzione giusta. In gran parte perché ci siamo concentrati sul controllo dei confini esterni e la collaborazione con i Paesi terzi, cosa che ha abbassato il numero dei migranti irregolari da circa 2 milioni nel 2015 a meno di 100milla quest'anno. In effetti, si tratta di meno che negli anni prima della crisi migratoria".
 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata