Taiwan, leader opposizione non esclude unificazione con la Cina

Taipei (Taiwan), 18 set. (LaPresse/AP) - Tsai Ing-wen, candidata dell'opposizione alla presidenza di Taiwan, non è contraria all'unificazione dell'isola con la Cina. Lo ha detto lei stessa durante una conferenza stampa a New York e la dichiarazione è stata riportata dai quotidiani taiwanesi e confermata da un portavoce del suo partito. "Non escludo alcuna possibilità", ha risposto a una domanda sull'argomento. "Finché c'è supporto pubblico - ha continuato - le future relazioni tra Taiwan e Cina possono rimanere aperte (a qualsiasi possibilità)". La svolta rappresenta un cambiamento radicale per il Partito democratico progressista di cui fa parte, tradizionalmente a favore dell'indipendenza dell'isola. Cina e Taiwan si sono divise durante la guerra civile nel 1949 e nonostante il miglioramento delle relazioni negli ultimi tempi Pechino non ha escluso un possibile uso della forza per riportare l'isola sotto il suo controllo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata