Svezia, tribunale conferma arresto di Assange per accuse di stupro
Il fondatore di Wikileaks si è rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra

La Corte d'Appello svedese ha confermato il mandato d'arresto contro il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, accusato di violenza sessuale nel 2010. Assange, 45 anni, al momento rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, dovrà quindi rispondere alle domande delle autorità svedesi intorno al prossimo 17 ottobre.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata