Svezia, premier: Inasprire pene di legge contro prostituzione

Stoccolma (Svezia), 16 dic. (LaPresse/AP) - Inasprire le pene previste dalla legge sulla prostituzione, che criminalizza il cliente e protegge la prostituta. È la proposta del primo ministro della Svezia, Fredrik Reinfeldt, avanzata nel suo discorso di Natale. L'intenzione del premier è fare in modo che la pena minima per chi paga in cambio di sesso con minori sia il carcere e di inasprire le sentenze nei confronti di chi ha rapporti con prostitute. Al momento la legge prevede multe o pene detentive fino a un anno per chi paga in cambio di sesso, ma Reinfeldt ha dichiarato che finora nessuno dei 4.782 casi denunciati ha portato a condanne al carcere. La legge è stata introdotta in Svezia nel 1999 ed è stata presa a esempio dai governi di Norvegia e Islanda. Nelle scorse settimane la Camera bassa del Parlamento francese ha proposto una legge simile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata