Suu Kyi arrivata a Dublino con Bono degli U2, concerto per lei

Dublino (Irlanda), 18 giu. (LaPresse/AP) - La leader democratica birmana Aung San Suu Kyi è arrivata a Dublino, in Irlanda, dove gli U2 terranno un concerto in suo onore. Oggi Suu Kyi e Bono, il frontman della band, hanno trascorso oltre un'ora a rispondere alle domande durante una conferenza stampa a Oslo, prima di partire per l'Irlanda. Il ministro degli Esteri irlandese Eamon Gilmore e tre bambini, due di loro birmani, hanno portato dei fiori alla leader democratica al suo arrivo all'aeroporto della capitale. Diverse migliaia di persone hanno atteso l'arrivo di Suu Kyi al teatro di Dublino dove si terrà il concerto. Le feste di Dublino, che hanno visto la partecipazione anche dell'attrice Vanessa Redgrave, sono state definite da Gilmore "un'opportunità meravigliosa per dimostrare il calore e l'affetto di cui questa incredibile e coraggiosa donna, a giusto titolo, gode fra gli irlandesi".

"Spero che i recenti sviluppi positivi in Birmania, fra cui l'elezione di Suu Kyi, rappresentino l'inizio di una nuova era di pace, democrazia e diritti umani", ha aggiunto Gilmore. Bono, che nel 2000 scrisse la hit 'Walk on' in onore di Suu Kyi e che nel 2009 le dedicò un tour mondiale, non aveva mai incontrato la leader in precedenza e ha ammesso di essersi sentito intimidito. "Sono sconvolto, ma piano piano sto superando la sensazione", ha detto Bono. Suu Kyi, di contro, ha espresso il suo apprezzamento per la canzone che il leader degli U2 ha scritto per lei: "Mi piace 'Walk on', perché si avvicina molto alle mie sensazioni, al fatto che sta a noi andare avanti". Poi Suu Kyi ha concluso: "È bello avere dei sostenitori, è bello quando si è seguiti da persone compassionevoli e comprensive. Ma alla fine è con le proprie due gambe che si va avanti".

Sabato la leader democratica birmana ha ricevuto formalmente il premio Nobel per la Pace che le era stato assegnato 21 anni fa. "Spesso durante i miei giorni agli arresti domiciliari mi sono sentita come se non fossi più parte del mondo" e "il premio Nobel per la pace mi ha riportata nel mondo degli altri esseri umani, fuori dall'isolamento in cui vivevo, restaurando in me il senso della realtà", ha detto la Suu Kyi nel discorso tenuto a Oslo durante la cerimonia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata