Sudafrica, medici Mandela: Non si allontani da Johannesburg

Johannesburg (Sudafrica), 27 dic. (LaPresse/AP) - L'ex presidente sudafricano Nelson Mandela, dimesso ieri dall'ospedale in cui era stato ricoverato per un'infezione polmonare, deve restare a Johannesburg per essere vicino alle strutture mediche in grado di fornirgli un'assistenza adeguata. Lo ha affermato oggi in televisione il portavoce presidenziale, Mac Maharaj, esponendo il parere dei medici sul quadro clinico di Mandela. Secondo i dottori "sarà necessario e sarebbe bene" che l'ex presidente resti per il momento nella sua casa di Johannesburg. Negli ultimi anni il 94enne Mandela ha vissuto a Qunu, il villaggio della provincia di Eastern Cape in cui è cresciuto. L'ex presidente era stato ricoverato l'8 dicembre ed è stato curato per un'infezione polmonare e gli sono stati rimossi dei calcoli biliari. Maharaj ha aggiunto tuttavia che "dove va Madiba (Mandel, ndr), in quale periodo e in che tempi, è una questione che dipende interamente dalla sua volontà: qualunque cosa egli desideri, noi la faremo". Il portavoce ha osservato che l'icona anti-apartheid ha ricevuto di buon umore la visita del presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, mentre era ricoverato. "Madiba - ha spiegato Maharaj - si sta riprendendo, ma come sapete ci sono alti e bassi e i medici sono in attesa di un progresso costante, che si è cominciato a registrare negli ultimi giorni".

"Spero che non servirà troppo tempo prima che torni con noi a Qunu, che è il luogo a cui appartiene", ha detto la nipote di Nelson Mandela, Mandla Mandela, in un'intervista alla tv sudafricana eNCA. La nipote ha tuttavia riconosciuto l'importanza della valutazione dei medici. "Può essere un viaggio faticoso - ha dichiarato Mandla Mandela - aspettiano il feedback dei medici per capire quando sarà di nuovo pronto a tornare a casa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata