Stupro live su Facebook: 3 condanne al carcere in Svezia
La violenza è avvenuta quest'anno a Uppsala

Un tribunale svedese ha condannato a pene sino a due anni e mezzo di carcere tre uomini dichiarati colpevoli in relazione allo stupro di una donna, violenza il cui video fu trasmesso live su Facebook. Lo stupro, che scioccò il Paese, è avvenuto quest'anno a Uppsala. Ad allertare la polizia furono persone che videro il video online e gli agenti fecero irruzione in un appartamento nella città e arrestarono gli assalitori. Due sono stati condannati per stupro, uno (condannato a sei mesi) per non aver denunciato e per diffamazione.

Il tribunale non ha reso note le loro età, ma ha fatto sapere che sono nati tra 1992 e 1998. Gli uomini hanno negato le accuse, affermando che la donna fosse consenziente. Il tribunale ha però ritenuto che la vittima fosse in una situazione di estrema vulnerabilità a causa di intossicazione da alcol e droghe. "Per una persona in quelle condizioni non è possibile acconsentire. Quindi devono rispondere di stupro", ha dichiarato il presidente della corte, Nils Palbrant.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata