Usa, drogavano e stupravano donne: accusati chirurgo e fidanzata

Rischiano fino a 40 anni di carcere

Lavoravano in tandem in ristoranti e bar per identificare le future vittime e farle sentire a loro agio, poi le drogavano con cocaina, estasy e droga e infine abusavano di loro. Sotto accusa una coppia della California, composta dal chirurgo 38enne Grant William Robicheaux, che una volta è apparso nel reality show  "Online Dating Rituals of the American Male', e la fidanzata di 31 anni, Cerissa Laura Riley. In una conferenza stampa il procuratore distrettuale della contea di Orange, Tony Rackauckas, ha fornito nuovi dettagli sul caso, spiegando che i due, inizialmente arrestati per due stupri, potrebbero essere responsabili di centinaia di altri abusi. Lo scorso 11 settembre la coppia era stata accusata formalmente di stupro e reati legati a droga e armi per i due casi di aggressione; ma dopo l'arresto gli inquirenti hanno trovato sul telefono dell'uomo centinaia di video, ancora al vaglio delle autorità, in cui si vedevano donne "in vari stati di coscienza e di aggressione", ha spiegato una portavoce dei procuratori della contea di Orange, Michelle Van Der Linden. Poche ore dopo la conferenza stampa gli inquirenti hanno ricevuto numerose segnalazioni, spiega ad AFP la portavoce: "Gli investigatori mi dicono che i loro telefoni sono stati molto attivi questo pomeriggio. Le persone chiamano con informazioni aggiuntive e saremo impegnati a rintracciare tutte le possibili piste".

Le autorità sostengono che Robicheaux e Riley dal 2015 abbiano partecipato a diversi festival, tra cui il Burning Man in Nevada, dove potrebbero aver abusato di altre donne. Gli avvocati della coppia, Philip Cohen e Scott Borthwick, respingono le accuse dichiarando che i due assistiti "sono a conoscenza delle accuse a loro carico da alcuni mesi e le negheranno formalmente alla prima occasione in tribunale".
"Il dottor Robicheaux e la signora Riley credono che tali accuse facciano un cattivo servizio e minaccino pericolosamente le vere vittime di violenza sessuale, e sono ansiosi di avere il riflettore puntato su questo caso in un processo pubblico", hanno aggiunto i legali. In caso di condanna, Robicheaux rischia fino a 40 anni di carcere mentre Riley potrebbe dover scontare fino a 30 anni. Il procuratore che si occupa del caso ha lanciato intanto un appello per spingere potenziali altre vittime a farsi avanti: "Le vostre decisioni consapevoli di far festa con questi imputati non davano loro nessun permesso di stuprare, aggredire o fare sesso con voi una volta superata la soglia del consenso", ha detto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata