Stupro di gruppo a Rio de Janeiro, arrestati due sospettati
In tutto, sono sei i mandati d'arresto emessi in relazione al caso

Due degli oltre 30 sospetti responsabili di uno stupro di gruppo ai danni di una 16enne nel morro do Barao, a Rio de Janeiro, sono stati arrestati. Lo ha riferito O Globo, citando fonti ufficiali. In tutto, sono sei i mandati d'arresto emessi in relazione al caso. Raí de Souza, 22 anni, si è consegnato alla polizia; sarebbe stato lui a diffondere online le immagini della violenza. Lucas Perdomo, giocatore di calcio 20enne del Boavista e fidanzato della vittima, è stato catturato in un ristorante del centro. I legali di entrambi gli uomini hanno negato ogni responsabilità nello stupro.

De Souza aveva in precedenza ammesso di aver realizzato il video ma ora ha detto che a girarlo con il suo telefono è stato un narcotrafficante chiamato Jefferson, di aver avuto relazioni sessuali consensuali con la giovane, ma ha affermato che non sia avvenuto alcuno stupro. La responsabile dei Crimini contro l'infanzia e l'adolescenza della polizia di Rio, Cristiana Bento, ha intanto confermato che sussistono elementi che confermano lo stupro di gruppo.

 Ha anche sottolineato che la ragazzina oltre a essere stata vittima di una violenza sessuale lo è stata anche con la divulgazione del video. Secondo i dati della ong Forum Brasileiro de Segurança Publica, in Brasile avviene uno stupro ogni 11 minuti e nel 2014 le vittime di aggressioni sessuali sono state 47.636.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata